Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Valutazione della pericolosità dei rifiuti ai sensi della L. 116/2014 e deontologia professionale del Chimico

Posizione del Consiglio Nazionale e della Conferenza dei Presidenti degli Ordini Territoriali,dei Chimici riguardo all’imminente entrata in vigore della revisione del testo unico ambientale circa le modalità di attribuzione delle caratteristiche di pericolo dei rifiuti

Il Consiglio Nazionale con delibera del 6 febbraio 2015, fatta propria all’unanimità - in data  7  febbraio  2015  -  dalla  Conferenza  dei  Presidenti  degli  Ordini  dei  Chimici  territoriali,  ha ritenuto  di  dovere  intervenire,  nell’esercizio  del  potere  d’indirizzo  ai  fini  della  deontologia professionale dei professionisti chimici, sul conflitto etico irrisolvibile che emerge dall’entrata in vigore delle disposizioni di cui all’art. 13 del Decreto Legge 24 giugno 2014, n. 91, convertito con modificazioni  dalla  Legge  11  agosto  2014,  n.  116,  nella  parte  in  cui  è  novellata  la  normativa nazionale sulla classificazione dei rifiuti.

Dettagli ->qui<-

 

Informazioni aggiuntive